E’ nato il museo delle tradizioni popolari finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri

20150807094925

FORZA D’AGRO’ – Ancora giovani alla ribalta nella Riviera Jonica come baluardo per salvaguardare beni e tradizioni popolari. A Forza D’Agrò è stato aperto al pubblico lo scorso 9 luglio il “Museo delle Tradizioni Popolari Siciliane” ospitato negli ampi saloni a piano terra del seicentesco Convento Agostiniano messe a disposizione in comodato d’uso dall’amministrazione comunale. Fino al 30 agosto sarà possibile visitare la mostra “ Il Costume popolare nella Valle d’Agrò e nella Riviera Jonica “ curata del prof.  Carmelo Ariosto.  Sono esposti al pubblico una serie di stampe e costumi, originali e riprodotti dei sec. XIX-XX, appartenenti ai territori della Val d’Agrò e della Riviera Jonica.

Si tratta di  un progetto no profit, complementare e non sostitutivo di quello pubblico, elaborato dall’associazione SiciliArte, presieduta dal prof. Carmelo Ariosto, in partenariato con il comune di Forza D’Agrò, che è stato cofinanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della gioventù e del servizio civile nazionale, in aggiunta ai fondi europei dell’Obiettivo Convergenza nell’ambito del bando “Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici”. A sostenere l’iniziativa della associazione del prof. Ariosto oltre al Comune di Forza d’Agrò, anche la Sovrintendenza ai Beni Culturali di Messina, il Liceo Artistico  Statale“ Ernesto Basile” e l’ Istituto d’Istruzione  Superiore “ Antonello” di Messina. La convenzione è stata firmata a Roma preso il Ministero ed è già operativa. Il Museo è stato fondato  con la finalità di recuperare e valorizzare  il ricco patrimonio delle tradizioni popolari  appartenente all’identità culturale e alla memoria storica  del popolo siciliano  e farlo conoscere  con una serie di attività ed  iniziative che coinvolgano  in particolare i ragazzi e gli studenti delle scuole di ogni ordine per offrire a turisti e visitatori anche le tradizioni della Riviera Jonica. L’obiettivo è comunque quello di  favorire la promozione di imprenditoria e occupazione sociale giovanile nelle Regioni Obiettivo Convergenza, come la Sicilia.

Intanto hanno preso il via le manifestazioni previste nel cartellone estivo. Quest’anno l’amministrazione del sindaco Fabio Di Cara punta decisamente sulla cultura.

Fonte:

http://gazzettajonica.it/news/2015/08/07/e-nato-il-museo-delle-tradizioni-popolari-finanziato-dalla-presidenza-del-consiglio-dei-ministri/18828/

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *